a

My Books


7 curiosità sulle 5 terre e dintorni





7 Curiosità 

                           che non tutti sanno sulle cinque terre 



  • LA TRAVERSATA A NUOTO 
Per tradizione ogni anno ad Agosto, si svolge nel Golfo dei Poeti la più famosa competizione  di nuoto di fondo da Porto Venere a Lerici, in cui i concorrenti dovranno coprire una distanza di 8 km. Ormai giunta alla 36esima edizione la Coppa Byron è proprio dedicata all'omonimo Lord che per primo si cimentò in questa impresa.



  • IL TURISMO HA  SALVATO LE 5 TERRE 
Il 25 ottobre 2011 le strade di Monterosso si riempirono di fango allagando ogni cosa: case, negozi e trascinando a mare le barche, normalmente tirate su dai marinati e parcheggiate lungo le strade, proprio grazie a i turisti che ancora oggi affollano le strade il territorio riuscì a risollevarsi diventando ancora più vivo.

  • EHI ATTENTO A DOVE MANGI! 
Gli italiani si sa sono famosi per il buon cibo, ma c'è un ma, nel centro dei borghi molti ristoranti si sono adeguati ai gusti dei turisti stranieri, forse un pò troppo e non intendo che puoi trovare cibo internazionale ma il mio consiglio è quello di non fiondarsi sulla pizza o sul solito piatto di pasta, ma buttarsi in prodotti tipici Liguri come la deliziosa farinata,  la focaccia ligure o la pasta al pesto genovese che di certo non vi deluderanno! 

  • LE DIGHE RISCHIANO DI ESSERE SPAZZATE VIE
dopo l'alluvione del 1966 e il disastro del 2011 la procura Ligure ha lanciato un allerta, per questo motivo sono state costruite briglie di contenimento di cemento per contenere i danni creati dalla natura.

  • CORNIGLIA 
Corniglia è l'unico borgo che non ha affaccio diretto sul mare ed è anche il più piccolo. Dall'alto un panorama meraviglioso ed è forse anche quello che ha saputo conservare negli anni le sue origini di borgo e la sua bellezza. 


  • LA VIA DELL'AMORE 
La via dell'amore è il tratto pedonale più famoso di tutte le 5 terre. Fa parte di un sentiero più ampio chiamato sentiero azzurro, che collega Riomaggiore e Manarola. Lunga poco più 1 km, è percorribile tramite una passerella panoramica a picco sul mare. Chiuso al pubblico dopo un incidente nel 2012, ad oggi non si sa ancora quali siano le tempistiche per la riapertura, ma si prevedono lavori di ristrutturazione per almeno 2 anni. 





  • IL FALSO STORICO DI LORD BYRON



A Porto Venere la famosa grotta Arpaia è stata denominata "grotta Byron", dove una lapide ricorda la leggendaria traversata a nuoto di George Gordon Byron nel 1822 da PortoVenere a Lerici per raggiungere la moglie Mary e l'amico Percy Shelley, che soggiornavano a Villa Magni a San Terenzo. Tutto falso, in realtà Lord Byron non ci arrivò, si fermò a Lerici per una forte febbre mentre transitava sulla nave verso Genova, alla volta della Grecia.


Miriana 

You Might Also Like

0 Comments

Top Categories