a

My Books


TOUR DELLE 5 TERRE

Monterosso

Uno scenario unico dove civiltà e natura si fondono insieme per creare un incantevole cornice capace di far innamorare chiunque; ci troviamo sulla riviera Ligure di Levante, dove cinque borghi marinari: Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore, mostrano il loro volto al mare, tutti tranne Corniglia, che a differenza degli altri, risiede su un promontorio alto più di 90 metri. Queste "terre" sono chiamate così perchè un tempo questi piccoli borghi erano quasi completamente isolati ed erano raggiungibili solo via mare creando intorno a esse un aura di mistero. Ad oggi sono raggiungibili facilmente tramite treno, traghetto o auto, quest'ultimo però lo sconsiglio in alta stagione per la scarsa viabilità e la mancanza di parcheggi. I borghi sono collegati tra loro da antiche mulattiere, percorribili a piedi con la "5 terre trekking card" acquistabile nei vari punti blu. La carta da accesso a vari servizi, tra cui quelli igienici e servizio navette. L'alternativa è la "carta treno MS", che comprende anche il servizio ferroviario regionale giornaliero usufruibile senza limiti per 24 ore ed è acquistabile nelle stazioni di La Spezia e Levanto al costo di 16 €. 


Panorama di Vernazza dal sentiero


La mappa escursionistica è suddivisa in due itinerari, che si differenziano per difficoltà e paesaggio: i sentieri blu, più facili, seguono fedelmente il tratto di costa e i rossi più tecnici ripidi che si inerpicano sulle montagne attorno. Entrambi i sentieri sono per la maggior parte difficoltosi da percorrere, in quanto stretti e con presenza di forti pendenze. Noi abbiamo deciso di percorrere il sentiero che va da Monterosso a Vernazza impiegando all'incirca tre ore, è caratterizzato nel tratto in salita da una serie interminabile di scalini e ripide discese, in moltissimi punti il sentiero si presenta molto stretto e spesso senza alcuna protezione sul versante mare. Per i fortunati che arriveranno in cima, la meravigliosa vista saprà ripagare la fatica fatta. Al momento non accessibile al pubblico è la "via dell'amore" un sentiero famoso in tutto il mondo per la sua unicità, che con una lunghezza di circa 1 km, fa parte di un sentiero che collega i borghi di Manarola e Rio Maggiore e permette di camminare su una passerella a picco sul mare, regalando un panorama mozzafiato. Per chi le visiterà nella stagione estiva consiglio abbigliamento leggero,scarponcini, cappellino, borraccia e una buona dose di fiato!! 


E non finisce qui, perchè le spiagge dei borghi sono uniche e meravigliose. Noi abbiamo deciso di fermarci per un bagno nella deliziosa spiaggia di Manarola piccola ma molto caratteristica, infatti stando attenti allo scivoloso accesso in acqua ci si trova immediatamente circondati da grandi speroni di roccia che cadono a picco in acque profonde e limpide, proprio qui i più temerari avranno l'occasione di potersi tuffare da varie altezze.










Da non perdere è la visita a Porto Venere, che da un ventennio insieme alle cinque terre fa parte dei patrimoni dell'umanità dell' UNESCO. E' la più piccola delle città della provincia spezzina ma di risaputa e assoluta bellezza, essa ricopre la sponda occidentale del Golfo della Spezia, da Porto Venere sono visibili le isole di Palamaria, Tino e Tinetto. Il borgo è facilmente raggiungibile con traghetto o con l'automobile. In questo luogo l'architettura militare e religiosa sono di notevole interesse, nel centro storico troviamo la porta d'accesso del borgo vecchio e la torre dell'orologio che mediante la cinta muraria portano fino al castello Doria, una fortezza costruita su un'altura rocciosa che domina incontrastata sul  borgo marinaro e non sono, dal suo terrazzo infatti sono visibili le cinque  terre. Per quanto riguarda le aree naturali, irrinunciabile è la grotta di Byron accessibile a piedi dal borgo, una cavità ricca di mistero e di fascino che ispirato i versi poetici dell'omonimo Lord.

Porto Venere
Miriana

You Might Also Like

0 Comments

Top Categories